Villa Pedossa – Your Country Escape

From the Blog

I SUGHI, SUGHETTI O SCIUGHETTI

Si tratta di una tipica ricetta autunnale della regione Marche che va gustata subito dopo la vendemmia quando possiamo trovare il prezioso mosto appena spremuto dai nostri vignaioli.

Servono solo mosto e farina di granoturno q.b., più facile di così!

Mamma Gabri li prepara così:

1. Bollite il mosto appena spremuto per circa un’oretta, finché non si sia ridotto di circa 1/3: il procedimento permette di usare solo lo zucchero presente nell’uva e serve per fermare la fermentazione

2. Togliete la schiuma che si forma in superficie durante la bollitura

3. Una volta ridotto mettetene un po’ da parte, giusto per sicurezza, qualora dovreste correggere la consistenza una volta aggiunta la farina. Non esiste una consistenza giusta, i sughetti c’è a chi piacciono più morbidi e a chi piacciono più asciutti 🙂

4. Versate a poco a poco la farina di granoturco e mescolare con la frusta come si facesse la polenta.

5. Continuate a farlo bollire ma se si restringe troppo perché abbiamo messo troppa farina ricordatevi che avete sempre quel famoso mosto messo da parte

I vostri sughetti saranno pronti quando avranno un aspetto lucido e la farina sarà cotta (se desiderate potete aggiungere noci e/o mandorle tritate).

Ora potete versare i vostri sughetti in un piatto, lasciarli raffreddare e….BUON APPETITO!