Villa Pedossa – Your Country Escape

From the Blog

LE OLIVE DELLA NONNA

Le olive della nonna altrimenti dette olive in “pigna” prendendo il nome dal contenitore di terracotta in cui venivano solitamente preparate, recentemente sostituito dal vetro, sono una ricetta marchigiana tradizionale golosissima che permette di insaporire e conservare le olive nere per molti mesi: sono l’ideale per un aperitivo o per arricchire insalate e contorni! Il primo passo per realizzare una perfetta “pigna” di olive sotto sale è naturalmente la scelta dell’oliva. Nelle nostre zone questa ricetta viene quasi sempre preparata utilizzando l’oliva Raggia, una qualità che difficilmente troverete lontano dall’entroterra di Senigallia o delle Marche ma che vale la pena di cercare perché è molto saporita (da essa infatti se ne ricava un olio molto apprezzato!). In alternativa potete utilizzare l’oliva Leccino ma fate attenzione che le olive siano fresche, di una buona dimensione e non presentino difetti (ad es. piccoli avvallamenti o buchi).

Ingredienti per 1 Kg di olive nere
50 g di sale grosso
aglio a piacere (consigliamo 1 capo circa di aglio rosso)
bastoncini di finocchio selvatico sempre a piacere ma in abbondanza
scorza d’arancia a piacere (consigliamo la scorza di un’arancia per pigna)

Preparazione

1. Lavate bene le olive quindi stendetele su un panno per una settimana circa per farle asciugare.

2. Mettete le olive in un barattolo di vetro grande (con imboccatura larga e preferibilmente il tappo a vite) e aggiungete il sale, i bastoncini di finocchio selvatico, l’aglio e la scorza di arancia. Chiudete il barattolo con il coperchio senza sigillarlo e lasciate marinare le olive per qualche giorno.

3. Agitate poi il barattolo quotidianamente (anche 2 volte al giorno) cercando di mescolare le olive ed amalgamandole al tutto per insaporirle. Abbiate cura di scolare, sempre ogni giorno, l’acqua in eccesso che si forma grazie al sale.

4. Le olive dovranno riposare per qualche giorno: assaggiatele di tanto in tanto e una volta che avranno perso il sapore amaro e si saranno insaporite scolatele su un panno asciutto. Se desiderate conservarle per diversi mesi, anche un anno, mettete le olive asciutte in un nuovo barattolo con un po’ d’olio.

E… BUON APPETITO!